Fuga nel vuoto (Francesco Bax)

Fuga nel Vuoto

Mi alzo,

Corro scalzo,

Mi diluisco in una tela pittorica.

Circondato da Gnomi mi infastidisco

Danzo

Danzo

Fino alla follia

Man mano la mia pelle scivola via

Ed il mio corpo si svergogna dinanzi alla passione mia.

Ero li’, osservato da un cigno nero,

Privo di piume ero rimasto, ma invece di morire

Ho cercato di scappare

Per crescere e non mollare

Ho fatto tutto in fretta

Ma svegliatomi mi sono accorto che erano solo le 19.53 ,

Mancavano ancora 6 minuti

 

*

[un particolarissimo ed affettuosissimo “Benvenuto” all’autore più giovane (classe 1993) del Sasso!!]

Un pensiero su “Fuga nel vuoto (Francesco Bax)

  1. il Sasso accoglie con particolare affetto il suo Autore più giovane (è nato nel 1993) ed anche alla sua prima esperienza poetica pubblica. Francesco, chiamato in famiglia affettuosamente Kekko, è un ballerino professionista che attualmente vive a Roma; esuberante e “artistico” in ogni espressione, come la sua giovane età suggerisce, ha carattere, determinazione e coraggio anche nell’accogliere “sfide” ben oltre la sua Arte principale, la Danza. I complimenti, al di là del cuore di zia, sono meritatissimi!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.