“in sprazzi fuggenti di vento” (Elina Miticocchio)

una donna
ha il volto celato
forse sono io o sei tu madre
ancora aspettami sulla soglia

sono tra le nuvole
o solo uno stelo d’erba
-che momento è ora?-

il vento del mondo ha aperto una porta
riesco a vedere l’ultimo raggio
è luce oro in fiore.

[2009]

5 pensieri su ““in sprazzi fuggenti di vento” (Elina Miticocchio)

  1. voce delicata e decisa insieme, questa di Elina, che emerge dal tempo a chiedere ancora significati…pennellate di vissuto si innestano tra parole e pensieri tra_versi intensi e coinvolgenti…
    i miei complimenti 😀

    1. grazie Isabella per le parole che hai lasciato qui e che mi hai scritto in altra sede
      l’appartenenza alle stanze della madre è un cammino lungo e non semplice, da sperimentare e collaudare con tanto amore…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.