ho scritto un tanka (Daniela Cattani Rusich)

Piange l’estate

fra le ciglia del sole:

lieve è il suo canto…

Autunno s’innamora

di lacrime e di luce.

 

*   *   *

Il tanka (letteralmente “poesia breve”) è un componimento poetico d’origine giapponese di 31 morae; a partire soprattutto dal XVII secolo, i primi tre versi iniziarono ad essere usati come una poesia a sé, dando così vita all’haiku. È formato da 5 versi di 5 e 7 morae così disposti: 5, 7, 5, / 7, 7.  È diviso in due parti: i primi tre versi formano il kami no ku ( strofa superiore), gli ultimi due lo shimo no ku (strofa inferiore); le due parti devono produrre un effetto contrastante. [dal web]

*  *  *

2 pensieri su “ho scritto un tanka (Daniela Cattani Rusich)

  1. ringrazio vivamente Daniela per averci presentato questa scrittura di origine orientale, non certo semplice da realizzare, bella nella forma, ma ancor più nei suoi versi! [e spero non me ne voglia se ho aggiunto qualche notizia a riguardo per i non addetti ai lavori ;-)]
    complimenti meritatissimi :-D!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.