Pallade che doma il centauro – sassi d’arte

Sandro Botticelli - Pallade doma il centauro

Pallade che doma il centauro, Sandro Botticelli

1482-1483, tempera su tela, cm 207×148 – Galleria degli Uffizi, Firenze

*

“Fu dipinto per Lorenzo di Pierfrancesco de’ Medici (ramo cadetto, che permetterà a Botticelli di entrare in contatto con la colta e intellettualistica cerchia neoplatonica le cui idee si rifletteranno nel suo quadro più noto, la Primavera) ed è ricordato nei registri della sua casa.

La figura femminile è vestita di un abito bianco impreziosito da un motivo decorativo costituito da tre anelli intrecciati con diamante, riferibile alla famiglia Medici; rami d’ulivo cingono il capo della donna e si attorcigliano anche lungo le braccia e il seno. Sulle spalle pende un grosso scudo e in mano regge un’alabarda da parata. E’ raffigurata nell’atto di trattenere per i capelli un centauro dall’espressione tra il corrucciato e triste;  figura quest’ultima probabilmente desunta da modelli antichi di età ellenistica, visto il forte patetismo dell’atteggiamento.

La lettura più convincente tra quelle proposte risultata essere quella che collega il dipinto al circolo neoplatonico di Careggi, attribuendogli il significato allegorico del dominio esercitato dalla ragione e dalla castità sul cieco istinto.”

(da I grandi maestri dell’arte, Skira editore)

*

Annunci

2 thoughts on “Pallade che doma il centauro – sassi d’arte

    1. in effetti la lettura in chiave filosofica è di una tristezza infinita…personalmente, mi sono limitata, nella scelta, alla bellezza delle forme botticelliane, ai dettagli che sempre mi attirano e alle zampe equine del centauro, per personale passione verso i cavalli…

      le simbologie e le allegorie occorre anche contestualizzarle nelle epoche e nelle società e la Pittura ha sempre avuto poca libertà se non quando d’espressione, quando è dovuta sottostare ai desiderii dei commitenti e dei venditori…ma i pittori di campare hanno sempre avuto necessità, per cui ancora oggi “Parigi val bene una messa”…

      grazie della tua attenzione. ti abbraccio affettuosamente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...