Capriola (versi di Cataldo A.Amoruso)

patrick gonzales

pure amate, albe
di strappi negli abbracci

e braccia a dipartirsi
dalle croci non nascono ch’erose croci

più i profili si ammirano,
e il taglio che preciso interseca
il cattivo gioco e il buon viso
fendono le labbra di un sorriso
la terra in seno al cuore

dove più duro
cede al magma il metallo

*

Annunci

3 thoughts on “Capriola (versi di Cataldo A.Amoruso)

  1. mi piace particolarmente l’evocazione shakesperiana dei primi due versi…quel separarsi che promette anche senza sicurezza un ritorno, che pure ha sapore di croce tra quello che si conosce e si desidera e quello che la realtà mostra e dispone…eppure anche il metallo, freddo di lontananza e duro d’apparenza, è capace di cedere ad un fuoco..

    e, alla fine, il mio grazie per tanto, sempre..ed anche oggi.

    *

    |ad aprirli, gli occhi, il giorno è già meraviglia…|
    (AnGre)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...