Dal Cubismo una nuova realtà (a cura di Costantino Piazza)

Georges Braque - Porto in normandia
Georges Braque – Porto in Normandia

 

Benvenuti amici! Oggi proseguiamo il nostro viaggio nell’arte moderna, parlando di una corrente artistica che non ha avuto un vero e proprio fondatore, ma che in Cèzanne individua colui che, partendo dalla scomposizione delle forme degli oggetti, inizia ad escludere la visione prospettica e naturalistica, aprendo la strada ad una nuova interpretazione della realtà. Matisse, osservando alcune opere di Braque, le definì “piccoli cubi”; ma fu Luis Vauxelles, dotato di geniale intuito nel definire le nuove creazioni artistiche, a denominarle “bizzarrie cubiste”. L’anno di nascita del movimento chiamato, appunto, Cubismo è considerato il 1907 e i primi pittori chiamati cubisti, perché considerati aderenti a questa nuova corrente sono: Georges Braque e Pablo Picasso a cui, successivamente, si aggiungeranno Juan Gris e Fernand Leger. Importantissimo risulta a tale riguardo l’incontro, al Salon d’automne, tra Braque e Picasso, che stava lavorando al dipinto che sarebbe diventato poi il simbolo dello stesso movimento cubista: “Les demoiselles d’Avignon”.

Les Demoiselles D'Avignon - Picasso
Picasso – Les Demoiselles D’Avignon

 

Picasso e Braque cercavano un sistematico intervento sulle forme, partendo da due ricerche parallele. Il primo, reduce da un suo particolare espressionismo; il secondo, cercando di sfuggire dal fauvismo. Essi operavano alla disgregazione delle forme e alla creazione di un linguaggio autonomo, assolutamente libero da ogni soggezione formale. Il Cubismo nasce così, da un concetto di Braque: “I sensi deformano, ma lo spirito forma”, come dire: l’istinto del colore disgrega la forma, l’intelletto, la mente, crea, costruisce la forma. Il disordine viene, perciò, sostituito dall’ordine, dal bisogno di ricostruire. Il riferimento a Cèzanne era stato fatto in merito al suo essere stato il primo ad iniziare a descrivere la natura per mezzo di forme quali il cilindro, la sfera, il cono, mettendo tutto in prospettiva, cosicché ogni lato dell’oggetto di un piano, si diriga verso un punto centrale. Per la sua codificazione sarà poi necessario l’intervento di letterati e poeti convenuti al “Bateau-Lavoir” tra cui Apollinaire, Jacob, Salmon e Raynal.

Georges Braque - violino
Georges Braque – Violino

 

Il Cubismo si differenzia in: 

“Cubismo analitico” (1910-12) e “Cubismo sintetico” (1913-14).

Il cubismo analitico è quello secondo il quale, un oggetto, che in realtà ha una propria esistenza tridimensionale nello spazio, deve trovare un proprio equivalente volumetrico di colore su una superficie piana. Ovvero: l’oggetto si presenta statico, così come viene inteso nel linguaggio scultoreo, e il cubismo mira, in questa forma, a riportare sulla superficie piana i volumi propri della scultura; il colore è ridotto ai grigi e al gioco delle terre.

picasso- Donna con mandolino (cubismo analitico)
Picasso- Donna con mandolino

 

Il Cubismo sintetico, lascia trapelare gli influssi della dinamica futurista e rientra in una visione più oggettiva, realistica delle cose. Juan Gris, che purtroppo la guerra porterà via dall’arte, sarà il riordinatore lucido delle idee. Egli fu un “organizzatore” di quadri: prima componeva le forme negli spazi e poi qualificava i propri oggetti; ad esempio, di un cilindro voleva fare una bottiglia…

Juan Gris- gris bottles and knife
Juan Gris – bottles and knife

 

Quasi contemporaneamente si sviluppò il Futurismo che, insieme al Cubismo (in questa sede volutamente trattato in sintesi), si pose tra i grandi protagonisti nell’arte contemporanea.

Grazie per l’attenzione e arrivederci al prossimo incontro.

[Costantino Piazza]

*

Annunci

3 thoughts on “Dal Cubismo una nuova realtà (a cura di Costantino Piazza)

    1. e quel segno matematico, “jolly”, ora mi conferma chi sei!!
      e sono contentissima di incontrarti qui e che le mie condivisioni su Fb ti donino tanto 😀

      grazie e un abbraccio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...