dalle poesie di Antonia Pozzi: Novembre e In riva alla vita

pozzi6

 

Novembre

E poi – se accadrà ch’io me ne vada –

resterà qualchecosa

di me

nel mio mondo –

resterà un’esile scìa di silenzio

in mezzo alle voci –

un tenue fiato di bianco

in cuore all’azzurro –

 

Ed una sera di novembre

una bambina gracile

all’angolo d’una strada

venderà tanti crisantemi

e ci saranno le stelle

gelide verdi remote –

Qualcuno piangerà

chissà dove – chissà dove –

Qualcuno cercherà i crisantemi

per me

nel mondo

quando accadrà che senza ritorno

io me ne debba andare.

*

Milano, 29 ottobre 1930

 

* * *

In riva alla vita

Ritorno per la strada consueta,

alla solita ora,

sotto un cielo invernale senza rondini,

un cielo d’oro ancora senza stelle.

Grava sopra le palpebre l’ombra

come una lunga mano velata

e i passi in lento abbandono s’attardano,

tanto nota è la via

e deserta

e silente.

Scattano due bambini

da un buio andito

agitando le braccia:

l’ombra sobbalza

striata da un tremulo volo

di chiare stelle filanti.

Gridano le campane,

gridano tutte

per improvviso risveglio,

gridano per arcana meraviglia,

come a un annuncio divino:

l’anima si spalanca

con le pupille

in un balzo di vita.

Sostano i bimbi

con le mani unite

ed io sosto

per non calpestare

le pallide stelle filanti

abbandonate in mezzo alla via.

Sostano i bimbi cantando

con la gracile voce

il canto alto delle campane: ed io sosto

pensandomi ferma stasera

in riva alla vita

come un cespo di giunchi

che tremi

presso un’acqua in cammino.

*

(Milano, 12 febbraio 1931)

.

un particolare ringraziamento va alla poetessa Cettina Lascia Cirinnà per aver fornito i testi che accompagnano questo giorno de Il sasso nello stagno!

altri testi ai seguenti link:

https://ilsassonellostagno.wordpress.com/2013/06/05/da-poesia-che-mi-guardi-di-antonia-pozzi/

https://ilsassonellostagno.wordpress.com/2013/03/28/due-poesie-di-antonia-pozzi/

.

4 pensieri su “dalle poesie di Antonia Pozzi: Novembre e In riva alla vita

  1. Un velo di malinconia in queste Poesie. La sensibilità si tende come arco e apre il cammino ad un pensiero troppo precoce, quello della fine, tanto da non permettere più alla donna di avere l’anima libera per godere le cose belle della vita.
    Grazie per averle postate.

  2. che magnifico titolo ” in riva alla vita ” per raccontare una cosa che ormai è come se non ti appartenesse più. Con le poesie non si cherza. l’ho imparato qui.
    si grazie per averle postate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.