INSIDE THE STONE pagina quarta

logo inside the stone 4

.

Prendo in prestito uno dei versi che compongono la pagina odierna di questa nostra Antologia in divenire, giunta alla quarta microantologia in un mese – sottolineata d’azzurro, poiché tutta al maschile –  “Il vento non soffia a caso”, per sottolineare, oltre al ringraziamento per la partecipazione,  quanto sia vero e insostituibile il ruolo del Caso o Destino che voglia chiamarsi, nel mettere insieme giorni come autori per raccontare quel che accade dentro ciascuno di noi che poi leggiamo anche. La Poesia, ha dunque ancora un ruolo sociale ed è ancora un mezzo di unione, come dimostra questo progetto che, con sana ostinazione, Il sasso nello stagno mette in campo, come momento d’incontro e crescita per tutti, al di là dei salotti e delle disquisizioni letterarie. [AnGre]

*

Andrea Pirani, Il lungo viaggio (acrilico su tavola 60x80) Il nostro faticoso viaggio nella materia con sempre maggiore consapevolezza spirituale del tutto.
Andrea Pirani, Il lungo viaggio (acrilico su tavola 60×80)
Il nostro faticoso viaggio nella materia con sempre maggiore consapevolezza spirituale del tutto.

.

[senza titolo]

di Antonino Caponnetto

 

Dire uni-verso folgore parola, dire città pietà guerra potere

e in ogni lingua maledire il male, dire giustizia nascita dolore

conoscersi l’un l’altro, lavorare, essere pronti e vivi, generare

il nuovo il bello il buono, sì, lottare perché viva l’umano la sua vita.

 

ottobre 2013

.

fotografia di Peppino Pavia
fotografia di Peppino Pavia

.

Polvere.

di Franco Floris

 

Polvere fine cade

la pioggia da nuvole di gesso

sottile il vuoto invade

l’immagine profonda di me stesso

 

Ghilarza, novembre 2013

.

opera di Augusto Salati
Augusto Salati – “Cosa ci fa Cristo nella nostra contemporaneità?”
cm. 180×200 tela del 1990

.

Se vuoi vivere ancora guarda il passato con gli occhi chiusi.

di Augusto Salati

 

Fui chiuso in prigione molte volte

sempre dalla stessa ciurma a me ostile

privandomi di quei voli che ogni passero

d’istinto fa per cercare il suo cibo

com’io cercavo la crema o i biscotti dell’arte.

Mi hanno rovesciato le ali per spingermi a terra

e non potevo alzarmi se non per cadere.

Quando ho preso coscienza della muta galera

nella quale ero vivo e morto ugualmente

ho accettato la sfida nascondendomi

nel più profondo della prigione

come un volontario della guerra in prima linea

ho taciuto senza sparare una pallottola

e ho lavorato per i miei occhi e per l’amore

che mi chiamava nel silenzio del piacere.

Ora che il sogno si è ammutolito

E grondo anni dalle braccia e dalla mente

Non ho più voglia di guardare in bocca

Il mio passato: lo vivo come un cioccolatino

Che si scioglie in bocca lentamente

Guardando il tempo e accarezzando la quiete.

.

Kostia, Alba nel bosco - Acrilico e china su cartoncino applicato su tavola cm. 13x18 anno 2001
Kostia, Alba nel bosco
Acrilico e china su cartoncino applicato su tavola cm. 13×18 anno

.

Figli. 

di Franco Floris (estemporanea)

 

L’amore per i figli

è un mare nell’anima

è un vento che ti scuote

e ti obbliga in una direzione

è il sole che ti brucia

di giornate operose

è pioggia all’aperto

gocciola dal tuo viso

le tue gambe nel fango

l’amore per i figli

strappa il cuore dal petto

ti spinge avanti

senza riposo

l’amore per i figli

ti mostra orizzonti

che non vedrai……

 

Ghilarza, novembre 2013

.

fotografia di Peppino Pavia - Tramonto
fotografia di Peppino Pavia – Tramonto

.

Due volte l’anno.

di Romeo Raja

_____________________________

Il vento non soffia a caso

altrimenti tutte le foglie non finirebbero nello stesso posto

qualcuno si sveglierà fortunato

con tutto il viale pulito

altri bestemmiando riempiranno sacchi.

Io non ho viali e il vento lo prendo per vedere le stelle

è solo dopo il vento che si pulisce il cielo

questa è la mia fortuna

altri oggi, maledicono le nuvole.

_____________________________________raja romeo 2013.

.

Annunci

4 thoughts on “INSIDE THE STONE pagina quarta

  1. Scrivere è forse si, un momento singolare, intimo nella meccanica che lo fa succedere, proprio per la fatica di lasciarsi sopra un foglio o su una tela, ma è bellissimo dopo, ritrovarsi in un qualcosa che ti fa dire ” insieme “, prendere tutte queste cose, intimità e fatiche e farne uno sguardo ampio dove si aggiungono angoli che non sapevi o si tolgono paure e angosce che non sapevi da che parte prenderle.
    Onorato di farne parte, grazie Angre e a tutti gli altri Autori qui con me.

  2. è bello leggere anche i vostri commenti, che tanto esprimono la gioia di partecipare a queste piccole iniziative che Il sasso propone! rinnovo allora il mio grazie e l’invito ad esserci anche sulle prossime pagine!!!

    vi abbraccio forte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...