Cataldo Antonio Amoruso, Ti appartengono punti

nudo-sdraiato-1940(1) Renato Guttuso
Renato Guttuso, nudo sdraiato (1940)

 

Ti appartengono punti

Meravigliosi di primavere che non dici

Deboli forse, a tuo dire

Se vi imprimo parole a filo

Con labbra che parlino

Di te scoprendo luoghi

che nascondi di là dai desideri

Come fanno, solo, i sorrisi coi pensieri.

 

Conosco di te il tepore in attesa

E lo sbocciare

Silenzioso, potente

Di ogni nuovo fiore

Che si imbeve urgendo

Delle tue labbra di primavere mai dome.

 

E la pelle conosco, di te

La carta precisa del cielo

Lo percorrono gli occhi

Il cammino in ascesa

Lo rilascia, quel cielo

Una stanza

Una specola ad ore.

*

Cataldo A.Amoruso, Erótica, IV – da http://krimisa.blogspot.it/

Annunci

4 thoughts on “Cataldo Antonio Amoruso, Ti appartengono punti

  1. Carezza sulla pelle, forte come il sole di luglio e delicata come solo una certa poesia sa essere. I miei complimenti a Cataldo e a lui il mio grazie per la sua presenza in questo luogo e per la condivisione che sempre gentile mi permette.

  2. -Grazie- rispose l’uomo senza staccare il palmo della mano dalla guancia… avrebbe voluto ringraziare con più convinzione, per quei complimeti ricevuti, ma in cuor suo sapeva che Angela e Mirta avrebbero capito, anche senza vederlo, che quel suo silenzio non era distanza o affettazione, ma solo il piacere di un silenzio che avrebbe voluto condividere con loro…
    ‘Maledetti acufeni’, pensò, e tornò ad inseguire i pensieri e i loro rumori…
    Ciao.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...