Il quasi amore o la passione di Cássio Junqueira

per Il sasso nello stagno di AnGre

 

Il quasi amore o la passione
di Cássio Junqueira

Ora che penso solo alla bocca.
Ora che penso solo alla tua carne.
Ed è proprio alla carne che penso…
Certo che penso a come sei, al tuo sguardo, al tuo abbraccio.
Ora che se chiudo gli occhi sento le tue mani sul mio corpo.
Ora che amo ancora di più la luna…
La luna soltanto mi distoglie un poco da te.
Ora che non sono più poeta;
hai rubato i miei versi e mi hai dato la vita!
Ora che sono diventato mio, che sono diventato tuo.
… Ora che sono tuo perché mi hai sottratto a me e io l’ho acconsentito…
ancor più che questo.
Ora non c’è più nulla;
ogni momento è nulla
e la vita è tutto in ogni momento.
Ora che non c’è più presentimento
poiché c’è una fiducia assoluta, una fede.
Ora che c’è solo questa gioia sentita con dolore…
perché è reale,
ma che è pur sempre una gioia.
Ora che c’è solo questa perdizione, questa dannazione,
questo vuoto infinito: questa plenitudine…
… e questa voglia di restare.

Forse non potremo restare sempre qui…
ma forse potremo restare qui per sempre…
Abbiamo già dove tornare…
Non siamo più soli.

*

da http://www.caffeinamagazine.it/la-poesia

Annunci

One thought on “Il quasi amore o la passione di Cássio Junqueira

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...