Seguendo il calendario: 28 agosto, Sant’Agostino

Agostin d'Ippona

“Una volta per tutte dunque ti viene imposto un breve precetto: ama e fa’ ciò che vuoi; sia che tu taccia, taci per amore; sia che tu parli, parla per amore; sia che tu corregga, correggi per amore; sia che tu perdoni, perdona per amore; sia in te la radice dell’amore, poiché da questa radice non può procedere se non il bene.” (In Io. Ep. tr. 7, 8)

*

Agostino (Aurelio Agostino d’Ippona, filosofo, vescovo e teologo latino e padre, dottore e santo della Chiesa cattolica), pronuncia queste parole in aggiunta ad “Ama e fa’ ciò che vuoi (Dilige et quod vis fac)” durante la settima Omelia del 20 aprile del 407 mentre sta commentando i versetti 4-12 del capitolo 4 dell’epistola giovannea, dove viene affermato che Dio è Amore, avendolo concretamente provato nel corso del travaglio della sua stessa esistenza.

Nato a Tagaste il 13 novembre 354  e morto ad Ippona il 28 agosto 430 Agostino, osservatore acuto delle cose di Dio e degli uomini, assomma in sè la più fervida umanità e una delle più straordinarie conversioni dei primi periodi del Cristianesimo.

Ai link che seguono è possibile immergersi nella storia di questo grande uomo e scaricare una versione in formato pdf della sua opera maggiore, Le confessioni:

http://www.augustinus.it/vita/uomo/index.htm

Confessioni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...