Angela Greco su Versante Ripido n.9 ottobre 2014

jodice perdersi (5) - Copia
fotografia di Mimmo Jodice, Marelux opera XVII, 2009

 

A(v)venire

è sempre notte quando apri gli occhi ad un arrivo

non proprio improvviso te lo dice il vento la sera

con il colore di coperte che sanno di carta stagnola

una mano tesa oltre il bianco di una fila di denti

che appare per prima a dare il bacio alla terra

quella del piede posato che ancora trema di mare

culla e bara

a seconda delle stelle sciorinate su ciascun capo

beffarde soluzioni di futuro indipendenti da tutti

 

la lacrima di un addio scandisce il tempo nel legno

nuova clessidra da rigirare senza pietà per dirsi oltre

la scelta disgraziata di un potente a casa d’altri

qui dove si possiede solo il corpo per sopravvivere

si perde anche quello che prima aveva valore

per risuscitare

nella speranza che non sia un sepolcro nuovo

approdiamo nudi e carichi di cammini impietosi

quasi fosse ancora e nuova selezione della specie

 

Ho imparato la lingua non per chiamarli estranei

ma per un analgesico per il dolore di vita

nel limite della mia umanità per ferite irrimarginabili

che s’approfondano a scarnificare tempi e ossa

qui, in questo campo d’accoglienza che ne ha persi tanti

e tanti altri ne vedrà arrivare a bordo di un domani

dal fondo bucato

da una incomprensione che garrisce bandiera

celebriamo differenti credi sotto un cielo comune:

 

questa è soltanto un passaggio per chiunque

da spartire al meglio con l’indifferenza

d’un indirizzo apparentato lontano o un’illusione

d’occidente

raccontata quando non eravamo più bambini

dimenticando l’orco cattivo che disegna destini

*

Angela Greco

http://www.versanteripido.it/busca-derisi-greco/

Annunci

3 thoughts on “Angela Greco su Versante Ripido n.9 ottobre 2014

  1. …..quella del piede posato che ancora trema di mare
    culla e bara…..
    È sempre con grande piacere e attenzione che leggo i tuoi versi, spesso sai che mi emozionano e questi fanno parte di quella serie. Sai sempre cogliere nelle parole, l’essenza di sentimenti e fatti che intendi trasmettere e sopra ne ho trascritte alcune che mi hanno particolarmente colpito per l’immediatezza e l’efficacia della realtà descritta.
    Grazie Poeta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...