Alessandro Canzian, inediti

1137676297b

dalla raccolta inedita Il colore dell’acqua / 2012 – 2015 di Alessandro Canzian

.

Oggi all’A&O di Pordenone
ho comprato un profumo per la casa,
di quelli a pochi soldi, perché
mi ricordava l’odore d’una donna
che conoscevo tanto tempo fa.
Si, proprio quell’odore lì,
di vaniglia acre che ti suda
e ti fa male al cuore.

.

Dai finestrini sporchi il freddo.

La neve in mezzo ai campi.

Il paesaggio sa di case

e di cose che non tornano.

Sono cose anche le persone

che nel freddo non respirano.

.

.

Le travi di freddo e neve

alla stazione di Ferrara.

La troppa chiarità non mostra

nulla, i filari non scandiscono

i binari, Dio non lo puoi guardare

nemmeno di spalle.

.

  _______

E così si arriva al mare.

Alle ciminiere alte una maceria.

La ragazza che legge Hemingway

ha negli occhi lo stesso verde

che s’ammuffisce contro i muri.

Pare un tempo che non passa.

.

.

Un sorriso. Una facile stagione.

La ragazza ha le calze lunghe

e le labbra che sanno d’alcool.

Altri si tengono per mano.

Più in là una svendita d’usato

___________fa da memoria

da mercato, per cartoline. Una,

forse rumena, legge le carte,

come tutto fosse conoscibile.

.

_________*

Alessandro Canzian (1977), vive e lavora a Maniago (Pordenone). Ha collaborato e collabora saltuariamente con varie riviste e blog. Nell’ottobre 2008 ha fondato la Samuele Editore (dal nome di suo figlio). Come autore ha pubblicato Christabel (Ed. Del Leone, Spinea 2001), La sera, la serra (Mazzoli 2004), Canzoniere inutile (Samuele Ed.Fanna 2010, di cui un testo su “Tuttolibri” nel 2007), Cronaca d’una solitudine (Samuele Ed. 2011, quaderno bifronte con Federico Rossignoli), Luceafarul (Samuele Editore 2012) e il saggio su Claudia Ruggeri Oppure mi sarei fatta altissima (Terra d’ulivi 2007), Distanze, una collaborazione foto-poetica con Elio Scarciglia (Terra d’ulivi, 2007). In rete è presente anche con il suo blog personale https://alessandrocanzian.wordpress.com/ dove si può leggere un interessante approfondimento proprio su Il colore dell’acquaqui.

Annunci

6 thoughts on “Alessandro Canzian, inediti

  1. Il sasso nello stagno di AnGre è lieto di ospitare una penna vivace in ambito letterario e poetico; sempre attento ai movimenti intorno alla Poesia, Alessandro Canzian dal suo meditato silenzio compone versi aderenti al tempo che gli appartiene, ascoltando e leggendo tutto il materiale che per il suo mestiere di editore ha la possibilità di frequentare. Questa raccolta inedita, che ho avuto modo di leggere e della quale qui ho scelto di riportare questi quattro componimenti, a primo acchito trae in inganno, trascina il lettore verso un soggetto che solo in apparenza può confondersi con l’Io scrivente, ma che invece, partendo come tutta la poesia dovrebbe fare dal sé, con lucidità si estende all’ambiente circostante, trattando il rapporto sentimentale a due negli aspetti differenti – senza esclusione di quello anche meramente fisico – che esso può generare, mantenendo la natura della poesia lontana dal genere amoroso, proprio come lo stesso autore ci tiene a precisare, sottolineando che questa non è poesia d’amore.
    Versi brevi che conciliano la lettura, allontanando il ‘nemico’ a parer mio peggiore in poesia, la noia, efficaci e ben dosati, Alessandro Canzian è stata una piacevole lettura che spero presto possa diventare realtà edita.

    Angela Greco

  2. … lo speriamo tutti.

    Mi piace molto il modo di poetare di Alessandro…
    Non so se stia per dire un’eresia, ma mi ricorda il migliore Pavese…

    Ecco.L’ho detto.

    1. Benvenuto Francesco e, in attesa che l’interessato risponda, io, di mio, ti ringrazio della lettura e del tuo contributo (e per lealtà io in un caso simile avrei scritto anche il cognome, per essere al pari e con l’autore e con me, ragionevolmente in posizione scomoda quale padrona di casa con voi ospiti entrambi). Per il resto, penso che se siamo capaci di capire un po’ di poesia, siamo in grado anche di accettare gli scritti altrui con buona pace di ciascuno 😀

      serena domenica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...