Salvatore Quasimodo, Il colore del desiderio

silhouette-di-donna-verticale-ok

da Poesie disperse (Tutte le poesie, Oscar Mondadori)

IL COLORE DEL DESIDERIO

S’accese, ne la notte, una canzone:

come una stella; ero io triste

e tu piangevi, donna d’altra terra.

.

Non bastava il mio amore al tuo deserto;

no, come dicevi quand’eri presso al sonno,

umile come sandalo d’asceta.

.

Amavi il mare, nomade scontenta,

che le vele, a sera, facevano giardino

di freschissimi gigli,

amavi il vento che, come boccuccia di pargolo

(maternità, dolore che dà luce!)

di marmo roseo scolpiva i tuoi capezzoli,

germoglio di tutti gli aromi,

mia piccola foresta di fontane.

.

Io pure conosco il tuo dolore:

cammino, e più luce mi pare che sia

nel cielo lasciato per altro

che più vivo di sole, sembrava.

.

Salvatore Quasimodo

immagine di fotosservando.it
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...