Angelo Maria Ripellino, due poesie

luzzati

.

Angelo Maria Ripellino, due poesie da Sinfonietta

3.

C’è qualcosa nell’aria che sembra preludere

alla strage degli innocenti.

Non senti il clangore dei cabarets malfamati,

le urla procaci di lerce cantoniere,

i rutti spettrali di turpi soldati

e l’agonia di queste querce nere

dalla zavorra di uccelli impazziti?

C’è sempre una trappola nascosta per gli uccelli

nella natura che simula sorrisi,

dove l’inferno si addobba da Betlemme

e la neve brucia gli occhi come un incendio.

Ora che i giorni si fanno piú corti

e più a lungo le lanterne restano accese,

scheràni vanno nell’ ombra

a cercare nennelli

per il grande eccidio.

.

10.

Colui che deve venire

sarà un clown dal sopracciglio ad arco.

L’erba in sostanza non è diversa dal vento

e Ofelia da Fiordiligi

in questo effimero circo, in questo universo-portento.

E se chiudi gli occhi, vedrai a piacimento Parigi

o incrostato di fredda cerussa l’antàrtico

o un’immensa folata di blu Tunisia.

Purché le parole siano cristalli ben consapevoli

e funàmbolo e sghembo lo spazio in cui reciti

e ingarbugliata la tua geografia.

Tu sei insaziabile come la morte

nel tuo desiderio di vivere

anche cosí, anche cosí.

Colui che deve venire

sarà lui pure un gran clown, un amico di Mozart,

un giocoliere volante, pieno di cocasserie.

.

*

da A.M.Ripellino, Notizie dal diluvio Sinfonietta Lo splendido violino verde (Einaudi)

immagine: Emanuele Luzzati, Mozart – Don Giovanni (2000, bozzetto, particolare)

Annunci

8 thoughts on “Angelo Maria Ripellino, due poesie

    1. ciao Helodie (suppongo sia questo il tuo nome), benvenuta!
      Il blog aveva messo in spam il tuo commento a causa del link che compariva.
      Magari, quando commenti, inserisci nel luogo URL richiesto il link della tua pagina, così qui verrà mostrato il collegamento 😉
      grazie, un caro saluto

  1. Sono stato allievo e poi amico di questo altissimo Poeta e stupefacente slavista… ricordo i suoi corsi sui poeti slavi nei primissimi anni ’70 e le centinaia di ore trascorse insieme, specie pochi mesi prima della sua morte (anni 54)… alle sue meravigliose traduzioni e ai suoi irrippetibili saggi (cito solo il saggio su Chlebnikov) si devono la conoscenza di decine e decine di poeti, non solo rtussi ma cechi e slovacchi e polacchi e tant’altri. Anche qui una sua foto sarebbe stat necessaria

  2. Una testimonianza che ci regala anche la grandezza di Antonio Sagredo, poeta degno di nota e che ringrazio per questo intervento.
    Allego anche qui la fotografia dell’autore di cui nell’articolo, accogliendo il suggerimento.

  3. cara Angela, se desideri ricevere mie poesie che come oggetto possiedono il Salento… doversti inviarmi la Tua e-mail; oppure scrivere alla mia
    a. s.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...