Rabindranath Tagore – Da dove viene la tua inquietudine, Amore?

Gujarati_wedding01

Rabindranath Tagore, da Petali sulle ceneri

Da dove viene la tua inquietudine, Amore?
Lascia che il mio cuore tocchi il tuo
e che con i miei baci possa cancellare
il tuo muto dolore.
.
Quest’ora ci è giunta dal mistero della notte
perché l’amore possa crearsi un nuovo mondo,
penetrando, dalle porte chiuse, al bagliore di
quest’unica lampada.
.
Non abbiamo, come melodia, che un rosaio
sul quale le nostre labbra si poseranno a turno,
per corona non avremo che una ghirlanda,
con la quale abbellirò la mia fronte,
dopo avere ornato la tua.
.
Strappando dal mio petto questo velo,
preparerò per terra il nostro letto,
l’unisono delle carezze e un sonno delizioso
riempiranno il nostro piccolo universo
senza confini.
*
tratta da Rabindranath Tagore, Poesie d’amore (trad. di Brunilde Neroni, TEA, 2007)
immagine: scena da un matrimonio indiano – dal web
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...