The Sound Of Silence – sassi sonori a cura di Giorgio Chiantini

Simon_y_Garfunkel-Sounds_Of_Silence-Frontal

“The Sound Of Silence” di Simon & Garfunkel compie “ufficialmente” 50 anni.
 .
La canzone ha avuto una gestazione decisamente travagliata a cui sono legate leggende e miti di ogni tipo; una su tutte, quella che essa sia stata ispirata dall’assassinio di John Fitzgerald Kennedy nel novembre del 1963, poiché la musica fu composta in quello stesso mese. Il testo, invece, arrivò solo nell’anno successivo e fu scritto con particolare attenzione da Paul Simon, spiegando che il buio lo aiutava a concentrarsi meglio.
ForestHillsMemories_050815.SimonGarfunkel
La prima incisione di The Sound Of Silence è stata proprio nel 1964, solo voci e chitarre, e dopo le litigate del duo fu riassemblata con altre parti elettriche e batteria, dandole la veste che oggi tutti conosciamo, in un disco in cui Simon affrontava temi come la solitudine, l’incomunicabilità, l’alienazione giovanile. Pubblicata nel 1965, soltanto nei primissimi giorni del 1966 la canzone esplose direttamente in classifica, diventando la prima numero uno del duo americano.
Poi arrivò il cinema: Mike Nichols utilizzò la canzone nella scena finale de “Il laureato”, quella della fuga sull’autobus di Dustin Hoffman e Katharine Ross, trasformandola nella colonna sonora di uno strappo generazionale. La amarono tutti, caricandola anche di significati politici e sociali che, però, Simon e Garfunkel hanno sempre negato.
Nel corso degli anni The Sound Of Silence è stata interpretata da moltissimi artisti e lo stesso Paul Simon, tra una voce di reunion e l’altra, l’ha cantata durante il decimo memorial per le vittime dell’11 settembre americano, a Ground Zero nel 2011. (Giorgio Chiantini – fonti varie)
Qui di seguito proponiamo il testo ed una sua traduzione, oltre al video. Buon ascolto!
.
.
Hello darkness, my old friend
I’ve come to talk with you again
Because a vision softly creeping
Left its seeds while I was sleeping
And the vision that was planted in my brain
Still remains
Within the sound of silence
.
In restless dreams I walked alone
Narrow streets of cobblestone
‘Neath the halo of a street lamp
I turn my collar to the cold and damp
When my eyes were stabbed by the flash of a neon light
That split the night
And touched the sound of silence
.
And in the naked light I saw
Ten thousand people maybe more
People talking without speaking
People hearing without listening
People writing songs that voices never shared
No one dared
Disturb the sound of silence
.
“Fools,” said I, “you do not know
Silence like a cancer grows
Hear my words that I might teach you
Take my arms that I might reach you”
But my words like silent raindrops fell
And echoed in the wells of silence
.
And the people bowed and prayed
To the neon god they made
And the sign flashed out its warning
In the words that it was forming
And the sign said “The words of the prophets are written on the subway walls
And tenement halls
And whispered in the sound of silence”
.
§
.
Il suono del silenzio
Ciao, oscurità, mia vecchia amica
Sono tornato per parlarti ancora
Perché una visione mentre si arrampicava dolcemente
Ha lasciato i suoi semi mentre stavo dormendo
E la visione
Che si è piantata nella mia mente
Rimane ancora
Dentro il suono del silenzio
.
Nei miei sonni inquieti camminavo da solo per strette strade
Acciottolate e sotto l’alone di un lampione alzai il colletto per
Proteggermi dal freddo e dall’umidità
Quando i miei occhi furono abbagliati
Dal lampo di una luce al neon
Che spezzò la notte
E intaccò il suono del silenzio.
.
E nella luce fredda io vidi
Diecimila persone, forse più.
Persone che parlavano senza dire
Persone che sentivano, ma non ascoltavano
Persone che scrivevano canzoni che le voci non potevano cantare assieme
E nessuno osa
Disturbare il suono del silenzio
.
“Pazzi” dissi i”voi non sapete
Che il silenzio cresce come un cancro”
“Ascoltate le parole che io posso insegnarvi.
Prendete le mie braccia così che possa toccarvi
Ma le mie parole caddero come gocce di pioggia silenziose, ed echeggiarono
Dentro i
Pozzi del silenzio.
.
E la gente si inginocchiava in adorazione di fronte
Al dio neon che aveva creato.
E l’insegna lampeggiava il suo messaggio
Con le lettere e parole che lo formavano.
E il messaggio era: “Le parole dei profeti
Sono scritte sui muri della metropolitana
E negli androni dei palazzi,
E diventano sussurro nel suono del silenzio
 .
Annunci

4 thoughts on “The Sound Of Silence – sassi sonori a cura di Giorgio Chiantini

  1. emblema degli anni Sessanta, ma anche della cara e vecchia America che con le sue luci abbaglianti anche in senso metaforico, apriva la nuova strada di un futuro che si sperava (e si spera sempre) migliore…Splendida canzone, dalla sonorità oramai patrimonio dell’umanità, che già dai primi accordi prende, affascina, trasporta in altri luoghi ed in altri momenti. “Il laureato”, poi, ha posto la corona sul capo del successo, consacrandola icona di una intera generazione. Molto, molto gradita, insomma, questa odierna proposta musicale e, dunque, un grazie a Giorgio, che meglio di me conosce anche quegli anni e che sicuramente ha tanti bellissimi ricordi su questo suono del silenzio…

    1. cara Lucia, in molti mi dicono che io continuo ad avere fiducia nell’Uomo nonostante tutto…Il futuro è assolutamente incerto, per cui dà la possibilità di vedere il bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno, come nel mio caso, pur essendo estremamente consapevole dello scenario apocalittico, io credo in quelle poche volontà che avranno l’ostinazione di voler cambiare le cose… Nel caso specifico di questa canzone americana, mi riferivo al mito dell’America, che ha abbagliato una intera umanità e, ad oggi, la mia speranza nel domani è assolutamente lontanissima da questo grande Paese in cui non credo.

      Serena domenica con un sorriso 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...