Rino Gaetano e l’Italia di Aida – sassi sonori

Ferragosto con Il sasso nello stagno di AnGre

Il sasso nello stagno di AnGre

rino-gaetano-aida-vinile-lp2

Aida è l’Italia, difficile e splendida, tracciata da Rino Gaetano (Crotone, 1950 – Roma, 2 giugno 1981, incidente automobilistico), con il suo stile inimitabile, in un affresco che riporta alla luce tutta l’Italia contemporanea, dal fascismo alla guerra, dal dopoguerra agli scandali e alle difficoltà enormi degli anni ’70.

Nel titolo, la scelta di un nome simbolico: Aida, che richiama l’opera di Giuseppe Verdi scritta per celebrare l’apertura del canale di Suez (e il pensiero va alle strategie, agli scambi economici, all’ingegnere italiano che progettò l’opera) o, forse, il personaggio stesso dell’opera, la principessa etiope Aida, combattuto tra l’amore per la sua patria e l’amore per uno straniero, metafora dell’Italia del dopoguerra divisa tra le sue origini e il modello americano; ma, anche, un nome portato da centinaia di vecchiette, sulla scia dell’opera di Verdi e di una presupposta glorificazione del genio italico.

I brevi versi della canzone, sciorinati uno…

View original post 595 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...