Doris Emilia Bragagnini, L’albero e la mela

{{title|{{Adam and Eve}}}}1526{{Technique|oil|panel}}{{Size|cm|117|80}}

L’albero e la mela

l’albero eri tu (credevo)
.
la mela rossa, legata con un filo
appesa ad aspettare i morsi
solo un desiderio da sfiorare
le mani bloccate, pergioco sparite
.
nella Notte in cui – tutto può accadere
.
vicine le bocche, nel sorriso e nel – taglio –
ma una scorza già dura per spaccarsi alla vita
in fondo non è stato troppo recidere luci d’affetto candito
gingilli e – casette – protese dai rami
.
di polpa in corteccia hai scoccato la spina
che importa, mi nutro di chioma la fingo per fede
di un pallido muschio, il solo attecchito moncone insoluto
distacco congiunto in punta di stella o – bagliore di lancia –
.
“il sangue gronda a nord sotto i cartoni, e la mia solitudine”
.

*

Doris Emilia Bragagnini

tratta da AA.VV. LA CASA E’ DOVE SI TROVA IL CUORE – Antologia 

immagine: Lucas Cranach il Vecchio, Adamo ed Eva, part.

.

Doris Emilia Bragagnini considera e definisce con queste parole la sua biografia più essenziale:”Nata nel nordest, vive da sempre a due passi da sé, qualche volta v’inciampa e ne scrive”. Compare con suoi testi in alcune antologie tra cui «Il Giardino dei Poeti» (Ed. Historica), prefazioni per sillogi poetiche, in blog e siti letterari. Ha partecipato al poemetto collettivo “La Versione di Giuseppe. Poeti per don Tonino Bello” e “Un sandalo per Rut” (ed. Accademia di Terra d’Otranto, Neobar 2011/2014). Inserita nell’antologia Fragmenta (premio Ulteriora Mirari ed. Smasher, 2011). Menzione d’onore per il testo “claustrofonia” sezione “Una poesia inedita”, premio Lorenzo Montano 2013. Il suo primo libro edito: OLTREVERSO il latte sulla porta, ed. Zona 2012

Annunci

2 thoughts on “Doris Emilia Bragagnini, L’albero e la mela

  1. Prosegue la presentazione degli Autori, che hanno contribuito alla realizzazione dell’Antologia-dono, condivisa nei giorni scorsi. Oggi, Il sasso nello stagno ringrazia un’Autrice, che già in altre occasioni aveva prestato la sua voce per un articolo del blog, Doris Emilia Bragagnini, poetessa apprezzata e stimata anche per il suo lavoro di divulgazione letteraria attraverso il web.
    “L’albero e la mela” è un testo non semplice a primo impatto, da leggere più volte per entrare anche e soprattutto in quelle sottolineature che l’autrice indica, con quei tagli orizzontali, quei trattini, che davvero sembrano “isolare” non solo il termine o il verso, ma addirittura un piccolo mondo, dal significato non immediatamente raggiungibile. Un inseguirsi pare palesarsi nei versi, per giungere a quella che io intravedo, come la chiave di lettura dell’intero testo poetico, ovvero quella solitudine citata (trattenuta in un verso tra virgolette e corsivo), che Doris rivela soltanto alla fine, non per minor importanza, ma proprio perché punto culminante della visione raccolta nei versi.

  2. Per correttezza verso chi aveva cliccato “mi piace” ed ora non rinviene la propria preferenza, avviso che l’attuale “articolo” é una seconda versione ri-pubblicata su richiesta dell’Autrice, così da permettere alla piattaforma di eliminare il link di una foto personale erroneamente da me condivisa.
    Grazie, lo scrivo io ai miei lettori, per la pazienza.

    AnGre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...