Jacques Prévert, Fiesta

munch-edvard-il-giorno-dopo-1894-5-nasjonal-galleriet-oslo

Fiesta
.
E i bicchieri erano vuoti
la bottiglia spaccata
Il letto spalancato
e la porta sbarrata
E tutte le stelle di vetro
della felicità e della bellezza
scintillavano nella polvere
della stanza mal ripulita
Ero ubriaco morto
e gioioso falò
e tu ubriaca viva
nuda fra le mie braccia.
.
*
.
        Et les étaient vides
et la bouteille brisée
Et le lit était grand ouvert
et la port fermée
Et toutes les étoiles de verre
du bonheur et de la beauté
resplendissaient dans la poussière
de la chambre mal balayée
Et j’étais ivre mort
et j’étais feu de joie
et toi ivre vivante
toute nue dans mes bras.
.
.
Jacques Prévert, Canzone del mese di maggio, Un secolo di poesia, ed.Corriere della sera — immagine: E.Munch, Il giorno dopo (1894), Nasjonal Galleriet, Oslo

 

Annunci

One thought on “Jacques Prévert, Fiesta

  1. iniziamo marzo, alle soglie del compimento del 5° anno di presenza e divulgazioni de Il sasso nello stagno di AnGre , con una ri-condivisione che a me personalmente piace sempre rileggere! Buon inizio, dunque. Di qualsiasi cosa vi renda sereni e contenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...