Vittorio Bodini, Pioggia minore

nuvole-rosse

 

Pioggia minore 
.
Uscivano le ninfe sulle soglie:
i girasoli e le povere rose a stampa sulle vesti
chiudevano in un’enfatica rigidezza
i loro fianchi smarriti.
Era piovuto, e forse domani
dal sommo della strada irromperanno operai
con acri denti, cantando Bandiera rossa,
oppure anelli si sfileranno dalle tue dita,
cadendo più rapidi d’un grido nel fatuo smeraldo dei fiumi;
ma tua fu quella pioggia, tua quella cauta ebbrezza
d’anice che si versa da un bicchiere sul marmo.
Come fotografie miserabili e gialle
all’angolo d’uno specchio, le foglie dei platani
s’incollavano sull’asfalto bagnato;
e un passero ringiovanito fu il cielo di settembre
che si posò cantando sulla tua nuca.
[Lecce, 1941]

*

Vittorio Bodini, Appunti di poesie, residue e sparse ; II – Lecce (1940-1944) da Tutte le poesie a cura di Oreste Macrì, Besa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...