Michel Houellebecq, tre poesie tratte dalla raccolta La ricerca della felicità

Michel Houellebecq, La ricerca della felicità – “Cos’è la felicità? È possibile in questo mondo? Come la si raggiunge? A queste domande risponde questa raccolta di riflessioni e poesie in cui Houellebecq delinea un metodo per restare vivi, sopravvivere, colpire là dove si può (e si deve). Col suo solito sguardo feroce, Houellebecq ci racconta la quotidianità e la letteratura, l’incanto del cinema (specie del cinema muto) e la stupidità di certi poeti, senza censurarsi mai. Ne esce un paesaggio in controtendenza con i venti e le maree delle mode, lo spaccato di una quotidianità molto contemporanea e molto urbana, in cui la solitudine trionfa ma in cui comunque non si può rinunciare: non alla ricerca della felicità.” (Bompiani, 2008 – Traduttore: F. Ascari)

*

L’indifferenza delle scogliere
al nostro destino di formiche
cresce nella brutta serata;
siamo piccoli, piccoli, piccoli.
.
Davanti a queste concrezioni solide
pur erose dal mare
cresce in noi un desiderio di vuoto,
la voglia di un perenne inverno.
.
Ricostruire una società
che meriti il nome di umana,
che conduca all’eternità
come l’anello va verso la catena.
.
Siamo qui, la luna cade
su una disperazione animale
e tu gridi, sorella, soccombi
sotto la saggezza del minerale.
.
.
§
.
.
Il treno che si fermava in mezzo alle nuvole
avrebbe potuto condurci verso un destino migliore
abbiamo avuto il torto di credere troppo alla felicità
non voglio morire, la morte è un miraggio.
.
Il freddo scende sulle nostre arterie
come una mano sulla speranza
non è più il tempo dell’innocenza,
sento agonizzare mio fratello.
.
Gli esseri umani lottavano per pezzi di tempo,
udivo crepitare le armi automatiche,
potevo confrontare le origini etniche
dei cadaveri ammucchiati nello scompartimento.
.
La crudeltà sale dai corpi
come un’ebbrezza inappagata;
la storia porterà l’oblio,
vivremo la seconda morte.
.
.
§
.
.
Trasposizione, controllo
.
La società è ciò che stabilisce delle differenze
e delle procedure di controllo
nel supermercato faccio atti di presenza,
interpreto benissimo il mio ruolo.
.
Rivelo le mie differenze,
delimito le mie esigenze
e apro la mascella,
i miei denti sono un po’ neri.
.
Il valore delle cose e degli esseri di definisce per consenso trasparente
in cui intervengono i denti,
la pelle e gli organi,
la bellezza che sfiorisce.
.
Alcuni prodotti a base di glicerina
possono costituire un fattore di sopravvalutazione parziale;
si dice: “Lei è bella”;
il terreno è minato.
.
.
– per questi testi si ringrazia Flavio Almerighi –

*

Michel Houellebecq, pseudonimo di Michel Thomas (Réunion, 26 febbraio 1956), scrittore, saggista, poeta, regista e sceneggiatore francese, è considerato uno dei più rilevanti scrittori della letteratura francese contemporanea. Nato nel dipartimento d’Oltremare francese della Réunion, Michel Thomas è cresciuto fino a sei anni in Algeria; suo padre, guida d’alta montagna, e sua madre, medico anestesista, si disinteressano molto presto di lui, dopo la nascita della sorellastra, affidandolo alla nonna paterna, Henriette Houellebecq, una comunista, della quale adotta il cognome.
Dopo aver frequentato a Parigi il liceo Chaptal, nelle classi di preparazione per la Grande Ecole, si iscrive alla facoltà di agraria nel 1975, dove fonda la poco fortunata rivista letteraria Karamazov, per la quale scrive qualche poesia e lavora alle riprese di un film dal titolo Cristal de souffrance. Consegue la laurea in agraria nel 1978 con una specializzazione in «Ecologia e miglioramento dell’ambiente naturale». Subito dopo si iscrive all’École nationale supérieure Louis-Lumière, nella sezione di cinema, scegliendo l’indirizzo di riprese cinematografiche, che abbandona nel 1981. Lo stesso anno nasce suo figlio Étienne. Affronta in seguito un periodo di disoccupazione, e un divorzio che gli provoca una forte depressione. Inizia a lavorare come informatico nel 1983 presso la Unilog, dove resterà tre anni, periodo che diventerà poi fonte di ispirazione per Estensione del dominio della lotta, il suo primo romanzo pubblicato nel 1994. In seguito passa a lavorare all’Assemblée nationale. Verso la metà degli anni ottanta inizia a frequentare ambienti letterari parigini, pubblica le prime poesie e collabora con varie riviste. Le sue due prime raccolte di poesie, edite nel 1991, passano inosservate. In esse sono già percepibili i temi che verranno trattati in seguito, ossia la solitudine esistenziale e la denuncia del liberalismo e del capitalismo, all’opera fin nell’intimità degli individui. Nel 1991, pubblica un saggio su Lovecraft, ma è il romanzo Le particelle elementari, pubblicato nel 1999 che lo fa conoscere in Francia e nel mondo. Estensione del dominio della lotta, invece, il suo primo romanzo, viene pubblicato da Maurice Nadeau nel 1994 dopo essere stato rifiutato da parecchi editori e colloca Houellebecq a capo di quella generazione di scrittori concentrati sulla miseria affettiva dell’uomo contemporaneo; senza promozione né pubblicità, il romanzo si diffuse tramite il passaparola. Ne è stato tratto un film per il cinema francese da Philippe Harel nel 1999, e uno per la televisione danese da Jens Albinus nel 2002. Michel Houellebecq, che si è risposato, dopo aver vissuto in Irlanda per parecchi anni, vive attualmente in Spagna, all’interno del Parco naturale Cabo de Gata-Nijar. Nel 2008 per Bompiani esce in Italia La ricerca della felicità, una raccolta di poesie e riflessioni, che forniscono un’ampia visuale del pensiero di questo autore; nel 2010 esce il romanzo La carta e il territorio, edito anche questo da Bompiani, che gli varrà il massimo premio letterario francese, il Goncourt. Michel Houellebecq oggi continua brillantemente a produrre opere di successo, ponendosi tra le voci più lette ed apprezzate del panorama contemporaneo.
– notizie ed immagini tratte dal web; in apertura: Charlie Chaplin tempi moderni –
Annunci

2 thoughts on “Michel Houellebecq, tre poesie tratte dalla raccolta La ricerca della felicità

    1. Da quel poco che ho letto, sfogliandolo, poche poesie tra cui queste, sono curiosa di leggerlo tutto. Con non poca difficoltà sono riuscita ad acquistarlo di seconda mano e giusto in queste ore dovrebbe giungere con il corriere 😀 …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...