Alī Ahmad Sa’īd Isbir – Adonis, due poesie

“Vengo da una terra in cui la poesia è come un albero che veglia sull’uomo e in cui il poeta è uno che comprende il ritmo del mondo” (Adonis)

.

Com’è amara e com’è dolorosa la nostalgia per la sua casa
poggiando la guancia sulla spalla della notte arreso a lei
alla sua casa silente sotto l’arco dei pini,
la notte legge le sue opere vegliando le porte e le finestre,
nessun fuoco tranne quello che crepita nel corpo libero, o ciò che divampa
sulla sua terra (oggi è buio quel passaggio verso la sua terra,
e il vento spira impetuoso da ogni parte),
com’è amara e com’è dolorosa la nostalgia
per ciò che rimane delle leggende del mio amore
com’è arduo parlare di lei, non ho fuoco
per questa carcassa
se non quello delle parole.

– da Cento poesie d’amore, Guanda, 2003 – Trad. di Fawzi Al Delmi –

.

La nostra ferita non è più una.

Ti ho incontrata – tu, la città – scritta dalle tempeste
col mare al suo apogeo.
Sono ancora il bambino invaghito della solitudine
il mio corpo, per lo stupore, l’esaltazione,
non sta più nella pelle.

La nostra ferita non è più una.

– da La foresta dell’amore in noi, Guanda, Parma, 2017. Trad. di Fawzi Al Delmi –

*

Dello stesso Autore in questo blog: due poesie e nota biografica (clicca qui) 

*

Annunci

7 thoughts on “Alī Ahmad Sa’īd Isbir – Adonis, due poesie

  1. “Ti ho incontrata – tu, la città – scritta dalle tempeste
    col mare al suo apogeo.
    Sono ancora il bambino invaghito della solitudine
    il mio corpo, per lo stupore, l’esaltazione,
    non sta più nella pelle.

    La nostra ferita non è più una.” | (Adonis)

    poi, un giorno, trent’anni dopo, ti commuovi per la poesia che questi trent’anni, in fondo sono stati. E ti rendi conto che il 3 giugno, alla fine, è arrivato pure il sole. Quello delle Persone che sanno stare vicine ai tuoi silenzi, ai sorrisi e pure alle lacrime, quelle che non è necessario mostrare dagli occhi. A queste Persone dedico questi versi, oggi 😀

        1. All’amministratore sì.
          Qui è richiesto di commentare cortesemente con nome di persona,come si legge nella colonna a destra della home page 😀
          Quindi se in mail compare un nome, io rispondo a quello per evitare di cancellare commenti altrimenti ritenuti anonimi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...