Michela Zanarella, due poesie da Le parole accanto

due poesie da Le parole accanto (Interno Poesia Editore, 2017) di Michela Zanarella

.

Dove la Brenta

È l’odore di nebbia
che mi rassicura.
Sto nelle schiene verdi
della mia terra
dove la Brenta
ha rami limpidi
e voci silenziose.
Mi è cresciuto in vena
quel docile orizzonte
fragile di sole
e so dove hanno fermento
le nuvole.
Legata ai vezzi del cielo
lascio che il tempo smuova
le sorti della pianura.
Se ascolto la pelle
vedo lembi di fiume
e ad un palmo la mia origine.

§

Mi accompagna la notte 
a Pier Paolo Pasolini

Mi accompagna la notte
nei vicoli vuoti di periferia
ed è un andare ardente
di silenzi
come le tue barbare verità,
strette in un vivere
troppo umano.
Le parole escono sfrontate
dietro ombre abbandonate
agli sfoghi del tempo.
Non è che buio
quello che resta
come un vento che scotta
e spaventa.

.

Michela Zanarella è nata a Cittadella (PD) nel 1980. Dal 2007 vive e lavora a Roma. Ha pubblicato le seguenti raccolte di poesia: Credo (2006), Risvegli (2008), Vita, infinito, paradisi (2009), Sensualità (2011), Meditazioni al femminile (2012), L’estetica dell’oltre (2013), Le identità del cielo (2013). È inclusa nell’antologia Diramazioni urbane (2016), a cura di Anna Maria Curci. In Romania è uscita in edizione bilingue la raccolta Imensele coincidente (2015). Autrice di libri di narrativa e testi per il teatro, è redattrice di Periodico italiano e Laici.it. Le sue poesie sono state tradotte in inglese, francese, arabo, spagnolo, rumeno, serbo, greco, portoghese, hindi e giapponese. Ha ottenuto il Creativity Prize al Premio Internazionale Naji Naaman’s 2016. È ambasciatrice per la cultura e rappresenta l’Italia in Libano per la Fondazione Naji Naaman. È alla direzione di Writers Capital International Foundation. Socio corrispondente dell’Accademia Cosentina, fondata nel 1511 da Aulo Giano Parrasio.

immagine d’apertura: Paesaggio rosso di Ewa Gawlik
Annunci

One thought on “Michela Zanarella, due poesie da Le parole accanto

  1. Ringraziando Michela per il dono della sua poesia. Accolgo con un affettuoso benvenuto questa sua nuova creatura in versi e carta, della quale ho voluto condividere due testi che, secondo me, ripropongono le due parti del bel volto dell’autrice, ovvero il luogo di nascita ed il luogo del vissuto, del cammino quotidiano, non dimenticando una figura a lei molto cara qual è stata ed è Pier Paolo Pasolini e che ci ha accomunate in un lavoro antologico qualche tempo fa.
    La poesia di Michela accarezza, accompagna il vivere quotidiano come una musica lieve, senza scompigliare, senza oltrepassare il decoro e la dolcezza che fanno apprezzare questa Autrice ormai da anni in un campo minato com’è, di fatto, quello della poesia.
    Una brezza assolutamente piacevole e benefica nella calura del troppo che ci asfissia.

    AnGre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...