Flavio Almerighi, 27 gennaio

Ventisette Gennaio 1945,

una sopra l’altra, anime ossute protese verso un dio qualsiasi, siamo più innocenti del latte nell’effimera planimetria del cielo. Fotografie da un’interminata tregua. Liquidata la buna, i camini non fumano più. La sirena suonava alle cinque, finito il lavoro c’incontravamo ai cancelli. Dalla mia cuccia vedo strati di cenere grassa addosso ai volti di un tempo, e sugli amori consumati dietro un portone. Vedo la notte scendere su ogni possibile presente. Il campo evacua come i miei visceri. O le silfidi in menopausa alla divisione della gioia. Fosse ancora ieri mi mangerei le labbra, i denti, per sedare un po’ di male. Mangerei le strisce del mio carcere che indosso insieme al sangue secco, ma non la fame. Rimane poco di me oltre la febbre, orgoglioso souvenir di chi ero. Visto dalla tua parte del foglio, sono poco più di carta sporca, ma senza odore né prurito. Sid Vicious rifarà My way, i cinesi rifaranno Sid Vicious. Non ho più dolore adesso. Sono l’altare gonfio di luce a cui non chiedere memoria.

(da “durante il dopocristo” Tempo al libro Faenza, 2007)

§

Non prendete prigionieri (inedito)
.
Non prendete prigionieri
il mondo è già completo,
pieno di stazioni vuote
e gente chiusa dentro
sempre pronta a preferire
chi è lontano.
.
Binari fioriti di noncuranza,
cosa sono Piacenza, Ancona,
estremità cui legare
l’elastico della fionda
puntato contro quei gattini
venuti al mondo in fretta ciechi
.
I prigionieri vengono vagliati
consegnati all’oblio
Divisione del Lavoro
Divisione della Gioia.
Capolinea si riparte.
.
.

Flavio Almerighi è nato a Faenza il 21 gennaio 1959. Sue le raccolte di poesia Allegro Improvviso (Ibiskos, 1999), Vie di Fuga (Aletti, 2002), Amori al tempo del Nasdaq (Aletti, 2003), Coscienze di mulini a vento (Gabrieli, 2007), durante il dopocristo (Tempo al Libro, 2008), qui è Lontano (Tempo al Libro, 2010),Voce dei miei occhi (Fermenti, 2011) Procellaria (Fermenti, 2013), Caleranno i Vandali (Samuele, 2016). Storm Petrel (edizione bilingue di Procellaria, Xenos Books Los Angeles, 2017), Cerentari (antologia fuori commercio Tempo al Libro, 2017), Isole (Ensemble, 2018).

 In apertura, opera di Lucio Fontana

7 pensieri su “Flavio Almerighi, 27 gennaio

  1. Ringrazio Flavio, per la sua poesia e per questa prosa poetica estratta da uno dei suoi libri editi nel corso di questi anni.
    Ho affidato con cognizione di causa a questo poeta il ricordo e la memoria stessa di questo 27 gennaio, per il rispetto, la lucidità e la grande capacità che Almerighi ha di saper tramandare, senza retorica o buonismi fuori luogo, le notizie storiche, la storia e le storie che hanno costellato spesso in maniera drammatica, il Novecento. Almerighi, anche in questa pagina gentilmente concessa al Sasso, dimostra la sua sensibilità di Uomo e di Poeta nei confronti delle tragedie dell’Uomo, senza distinzioni.E di questo abbiamo ancora bisogno: di conoscere per non cadere più nella medesima fossa comune.

  2. avevo scordato la forza di quel libro di Flavio. Ora l’ho rivista e lo ringrazio per quanto ci trasmette aiutandoci a far fronte a tutto il male che sembra risorgere.

  3. Per questo 27 gennaio 2018 una bella pagina sul sasso di Flavio Almerighi a ricordare l’Olocausto, specialmente per le nuove generazioni e a noi tutti RICORDARE PER NON DIMENTICARE!

  4. Angelo Baiunco, da Google+, aggiungendo i complimenti all’Autore, commenta:

    “Intensi versi, drammatici e asciutti. Li apprezzo: grazie, +An Gre per averli condivisi.
    I poeti sanno che il loro sguardo, il loro sentire e la loro voce sono le voci, i sentire e gli guardi dei loro simili. E nessuno se non l’uomo che vive, che soffre e che ama è più simile a un poeta che canta.
    Il poeta è tale anche perché è consapevole di una sua dimensione plurale.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.