Rileggendo il 2018 – Madonna di Glatz – sassi d’arte

Il sasso nello stagno di AnGre

Maestro della Madonna di Glatz (attivo a Praga intorno al 1345), Madonna di Glatz(1343-44 c.a.) tecnica mista su tavola, cm 186 x 95 – Berlino, Staatliche Museen zu Berline

*

 Il maestro anonimo che deve il suo nome alla Madonna conservata a Berlino, potrebbe avere avuto origini tedesche, francesi o boeme. Fu a capo di una elle botteghe di pittori che fiorirono a Praga verso la metà del XIV secolo. Accanto alla forte influenza della pittura italiana del 1300, in questa tavola si riconoscono anche spunti provenienti dalla regione del Reno. Dal punto di vista storico, iconografico e tecnico, la Madonna di Glatz rappresenta un’opera chiave della pittura boema. Proviene dalla città slesiana di Glat, all’epoca inclusa nella diocesi di Praga, dove il committente, Ernst von Pardubitz, che in seguito sarà il primo arcivescovo della stessa Praga, aveva trascorso parte dell’infanzia, e nella cui chiesa parrocchiale avrebbe poi anche…

View original post 372 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.