Czesław Miłosz, due poesie

Czesław Miłosz, due estratti da Poesie (Adelphi, 1983), a cura di Pietro Marchesani

Dovrebbe, non dovrebbe

L’uomo non dovrebbe amare la luna.
L’ascia nelle sue mani non perdere il peso.
I suoi frutteti dovrebbero odorare di mele in putrefazione.
.
E coprirsi di ortiche quanto basta.
L’uomo parlando non dovrebbe usare parole a lui care,
Né sprecare il granello per vedere cosa c’è dentro.
Non dovrebbe gettare una briciola di pane né sputare sul fuoco.
.
(Così almeno mi hanno insegnato in Lituania).
Se sale su una scala di marmo
Il cafone, cerchi di incidervi una tacca con la scarpa
Per ricordare che le scale non dureranno.
Berkeley, 1961
.
.
.
.
Taccuino: Europa
.
Minato è il tunnel del Gottardo.
Là dove dorme la lana
e il respiro dei bambini agita le farfalle di carta,
dove i cavalli bagnati sul bordo delle fontane
saltano nell’aria di maggio
corre un cavo sotterraneo.
.
Minata è la terra natìa
non grande, dolce per noi, europea.
Su di essa cresce l’olivo e la segala,
il vento corre per il campo di lino e si acquieta tra le foglie nere
sotto le lampade ardenti degli aranci.
.
Minato è il mare celeste
nell’ora in cui la motobarca esce per la pesca
dalla cittadina dove i gatti dormono fra le reti.
.
Minato è il cuore dell’uomo.
Il tempo datogli da vivere  e il tempo ulteriore
sono nella sua coscienza come due linee
invece di comporre un’unità armonica.
Paris, 1952
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.