Angela Greco, versi sparsi

In questo tempo ricomincio
dal tuo volto di fanciullo in corsa,
in affanno per i troppi giorni.
Gradino dopo gradino
un sorriso che dona cielo.
Alle tue mani consegno ogni parola:
consacrala e fanne paradiso
per ogni piuma che abbiamo perso.
.
.
*
.
.
Respiro da uno spiraglio
di indelebile ricordo; un profumo
di volti senza limiti ad ogni passo.
La costrizione a rallentare ritempra
l’occhio diventato troppo veloce
per i dettagli e persino per un fiore.
Occorre fermarsi a prendere fiato,
a mettere a fuoco quel che ora
non è concesso di vedere e che
da troppo tempo abbiamo dimenticato.
Esco di casa senza occhiali
per non appannare la realtà.
Eppure, non è mai stato nitido
così tanto quello che si vede.
.
.
Angela Greco AnGre, ottobre 2020

3 pensieri su “Angela Greco, versi sparsi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.