Hilde Domin, quattro poesie

Hilde Domin, quattro poesie da Il coltello che ricorda
(a cura di PaolaDel Zoppo, Del Vecchio Ed. – altre poesie e una nota sull’autrice, QUI)
.
.
IL TUO ALBERO ROSSO
.
Il tuo albero rosso
fa inverno.
I tuoi uccelli
si levano in volo.
A lungo sedettero muti tra i rami.
Volano
volteggiano su di te.
Diventano estranei.
(trad.di Nadia Centorbi)
.
SEMINA
.
Nell’aiuola
dei miei fianchi
voglio seminare i tuoi occhi
prima che le foglie dorate
cadano e ci ricoprano.
.
Perché in primavera
con i narcisi e i giacinti
si schiudano le nuove palpebre.
.
.
.
FUSO
.
Io
nel blu un fuso
grande e d’oro
che pende senza peso
come un soffione
o come se il cielo
fosse il mare
e mi portasse
risplendente
sulla sua sommità
.
Ogni cosa
che tocchi
e sia pure la mela sul tavolo
è ricoperta
dei miei filamenti dorati
come il mappamondo dei grandi.
.
Io la figlia
sul ramo secco
di un albero invisibile
che ruota nel vento.
(Trad. di Ondina Granato)
.
PETALI DI ROSA
.
Con la testa all’ingiù
4 cm
di spontanea volontà
i calcagni all’altezza del cuore
mi inoltro nella notte
Un colpo sul pavimento
accendo la luce
sono i petali di rosa
(Trad.di Roberta Gado)

2 pensieri su “Hilde Domin, quattro poesie

  1. Non aver mai prima d’ora sentito parlare di questa poetessa è per me fonte di dispiacere, ma il mondo delle arti è colmo di tanti personaggi importanti che è molto difficile conoscerne un numero ragionevole.
    Nel campo della musica, che io frequento giornalmente da quando ero studente, scopro ancora oggi personaggi sconosciuti di grande valore.
    Grazie della segnalazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.