Quel che resta del giorno di Angela Greco AnGre

Alba sullo Jonio - CT - - - inserita il 13-Jun-11. Acitrezza

Non passa inosservato il tuo ritorno,
di bella stagione e fioriture
in questa landa di Storia sbagliata.

Abbiamo atteso la luna stasera.
Impaziente dei tuoi occhi e
di ogni non detto pensiero.

Sul desiderio di noi si ferma il respiro;
accanto e dentro lo stesso istante e
le mani a stringere una intimità tutta nostra.

Così mio non sei stato mai, quanto ora,
qui, nell’aria che sa ancora di te
e sulle labbra che schiudono il tuo nome.

Siamo stati una poesia di Kavafis.

[…]

Poi è il sogno
a rivelare presenza e mancanza;
mentre attraversiamo lo spazio
per arrivare al mare, ti abbraccio.

Trova parole anche il silenzio;
un battito di cuore e una carta,
mentre già albeggia il giorno.
Due rondini s’affacciano al mio cielo.

*

(Angela Greco AnGre, inediti; un dono minimo, per ringraziarvi tutti per gli auguri e l’affetto ricevuti per il mio compleanno, ieri. Grazie ❤)

3 pensieri su “Quel che resta del giorno di Angela Greco AnGre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.