Il sasso nello stagno – da Grammatica della fantasia di Gianni Rodari

smuovere-le-onde-lanciare-sasso-in-uno-stagno

“Un sasso gettato in uno stagno suscita onde concentriche che si allargano sulla superficie, coinvolgendo nel loro moto, a distanze diverse, con diversi effetti, la ninfea e la canna, la barchetta di carta e il galleggiante del pescatore. Oggetti che se ne stavano ciascuno per conto proprio, nella sua pace o nel suo sonno, sono come richiamati alla vita, obbligati a reagire, a entrare in rapporto tra di loro. Altri movimenti invisibili si propagano in profondità, in tutte le direzioni, mentre il sasso precipita smuovendo alghe, spaventando pesci, causando sempre nuove agitazioni molecolari. Quando poi tocca il fondo, sommuove la fanghiglia, urta gli oggetti che vi giacevano dimenticati, alcuni dei quali ora vengono dissepolti, altri ricoperti a turno dalla sabbia. Innumerevoli eventi, o microeventi, si succedono in un tempo brevissimo. Forse nemmeno ad avere tempo e voglia si potrebbero registrare tutti, senza omissioni.  

Non diversamente una parola, gettata nella mente a caso, produce onde di superficie e di profondità, provoca una serie infinita di reazioni a catena, coinvolgendo nella sua caduta, suoni, immagini, analogie, ricordi, significati e sogni., in un movimento che interessa l’esperienza, la memoria, la fantasia, l’inconscio e che è complicato dal fatto che la stessa mente non assiste passiva alla rappresentazione, ma vi interviene continuamente per accettare e respingere, collegare, e censurare, costruire e distruggere []

(da Grammatica della fantasia, Gianni Rodari – La biblioteca della fantasia, Il Sole 24ORE 2012)

*

L’immagine, tratta dal web, è la prima ad essere stata utilizzata, come  “testata” del blog

*

8 marzo 2013: festeggiamo insieme il primo compleanno de Il sasso nello stagno

1340801322123

Il mio è un GRAZIE DI CUORE a ciascuna Persona che di qui è passata, che qui ha sostato, ha scritto una parola, ha lasciato un verso, un pensiero, ha collaborato, mi è diventata amica, ha conosciuto altri autori, ha colmato solitudini, ha riempito con l’Arte, la poesia e le immagini i suoi vuoti e i suoi momenti belli e no, ha partecipato ad un’emozione, ha ripreso la penna in mano, ha letto qualcosa che non conosceva o ha semplicemente sorriso, trovando un luogo nel quale sentirsi affettuosamente accolta, come in una bella famiglia e che; un luogo non-luogo che, sfidando la fredda virtualità, ha cercato di essere sempre vero e concreto.

grazie

In questo giorno, distinti ed uno di seguito all’altro, troverete tutti i contributi giunti per festeggiare questo compleanno, segno e presenza dell’affetto per il Sasso in primis e, anche, per la mia persona, che altro non ha fatto che seguire la vocazione del suo nome – anghelos, dal greco, “messaggero” – facendo semplicemente da tramite tra relatà differenti 🙂

Il primo articolo, oggi questo è il 500°, che  un anno fa apriva questo nuovo cammino chiamato “blog” – nell’ambito di un percorso che giorno dopo giorno è divenuto un appuntamento quotidiano al quale mi sono affezionata, ma che per me è sempre stato il mio-man mano divenuto nostro salotto virtuale nel quale invitare e accogliere Amici – riportava alcuni versi miei, che oggi fanno parte della mia prima silloge “A sensi congiunti” edita per le Edizioni Smasher, un sogno divenuto realtà…

 Permettetemi, quindi, di dire ancora <<Grazie>>, grazie a tutti e a Ciascuno e ai miei Autori\Collaboratori, che stimo con immenso affetto, e ai miei Amici per essere stati, essere ancora ed esserlo anche in futuro, una pezzetto d’eternità a me regalata. Buona strada a Noi!

Angela Greco

*

[…] non ho titolo, padre o madre

enell’eterno conflitto trail giorno e le carte

apro gli occhi e in questa disattenzione del tempo

– che pure regala sole ai giorni d’inverno –

ti riprendo e ti sento ancora mio

.

ed il silenzio è ancora canto ancora caldo

per dita azzurre che vogliono trattenere

altrove da questo rosso scorrere in vena

l’eterna e inesausta concorrente…

*

(da A sensi congiunti, Edizioni Smasher 2012) http://www.edizionismasher.it/angelagreco.html

 *

2012 in review – GRAZIE A TUTTI!!!!

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2012 per questo blog.

Ecco un estratto:

Nel 2012, ci son stati 415 nuovi articoli, mica male per il primo anno. Hai caricato 735 immagini – son quasi 2 immagini al giorno – e questo Blog ha avuto 37.000 visite (This blog had 37.000 views in 2012) dal giorno della sua nascita, l’8 marzo ’12 ad oggi …..

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

immaginare…Natale!

IL SASSO NELLO STAGNO AUGURA A TUTTI GLI AMICI

BUONE FESTE!!

* * * * * * *

per Il sasso nello stagno
Il sasso nello stagno per festeggiare il suo primo Natale ha invitato gli Amici ad inviare un’immagine che li rappresentasse o che parlasse di loro in questo periodo speciale: ECCOCI QUI TUTTI INSIEME!!!

 * * * * * * *

per Angela Greco un dipinto di Fred Smoolenaers
per Angela Greco un dipinto di Fred Smoolenaers

* * * * * * *

per Nik, il marito di AnGre l'immagine della Sacra Famiglia
per Nik (il marito di AnGre) l’immagine della Sacra Famiglia

* * * * * * *

Celine e i ricordi di casa - Cettina Lascia Cirinnà
per Cettina Lascia Cirinnà, la sua fotografia di “Celine ed i ricordi di casa”

* * * * * * *

casello 98 - Cirò Marina
per Cataldo A.Amoruso, casello 198 (la “sua” terra)

* ** * * * *

n5 Adria Fruitos per Fernanda Ferraresso (Cartesensibili)
per Fernanda Ferraresso (Cartesensibili), un’opera di Adria Fruitos

* * * * * * *

Elina Miticocchio, n6 - eugenio leonetti- ovale antico
per Elina Miticocchio – Ovale antico di Eugenio Leonetti

* * * * * **

n 8 Meth Sambiase - immage on deviantART
per Meth Sambiase, una sirena (immage on deviantART)

* * * * * * *

n 10 - Natale a Boarezzo fotografia di Giuseppe Cozzi
per Giuseppe Cozzi, la sua fotografia “Natale a Boarezzo”

* * * * * * *

n 11 - Visione - fotografia di Isabella Faro
per Isabella Faro, la sua fotografia “Visione”

* * * * * * *

n 12 Il mio Natale è un silenzio azzurro. Mi attraversa lieve come l’ala di un angelo. - Daniela Cattani Rusich
“Il mio Natale è un silenzio azzurro. Mi attraversa lieve come l’ala di un angelo” per Daniela Cattani Rusich

* * * * * * *

n 13 Ornella Orny Ma - tutti insieme davanti al focolare (dal web)
Ornella -Orny Ma- “tutti insieme davanti al focolare” (dal web)

* * * * * * *

n 13 per Mirta De Riz
per Mirta De Riz, la fotografia scattata in collaborazione con suo fratello

* * * * * * *

n 14 per Romeo Raja - insieme
per Romeo Raja, “Insieme” (dalla collezione di pupazzi, che una volta era di sua figlia e oggi è sua)

* * * * * * *

 per Maria Korporal - la sua fotografia "felix Natale"
per Maria Korporal – la sua fotografia “felix Natale”

 * * * * * * *

Mediterraneo
per Costantino Piazza, il suo dipinto “Mediterraneo”

* * * * * * *

per Antonella Troisi, il presepe di casa
per Antonella Troisi, il presepe di casa

 * * * * * * *

un ringraziamento particolare a ciascuno degli Amici, che ha risposto con la sua presenza innanzitutto e anche con la propria Arte, accogliendo la mia proposta  per questa festa, di essere insieme qui, giungendo da tanti luoghi diversi; qui, tra questi righi e questi spazi, che tanto raccontano…

con affetto, Angela Greco