Patrizia Cavalli, due poesie da Il conveniente amore

tramonto a Roma

Oh inarrivabile, oh tu, intrattenibile

variata tu e difforme a ogni istante

nessuna volontà può conformarti

eppure sono io che ti dispongo

allo sbaraglio, allo sbaraglio, eccelsa

tu sei per i miei occhi che ti guardano.

§

Lento amore di tramonto

nell’inverno che recede

luce rosa che si attarda

sopra il muro di ponente

dove stanno le finestre

chiuse livide di piombo

del Palazzo quasi latte

della Cancelleria.

*

da Il conveniente amore 

Patrizia Cavalli, Datura, Giulio Einaudi Editore

Patrizia Cavalli, versi da Il destino figurato

Frida Kahlo - Le due frida
Frida Kahlo, Le due Frida (1939)

 

Una media di quattrocentottanta

miliardi di battiti al minuto.

E non ci metto gli animali

che non so contarli. E lascio stare gli anni,

e lascio stare i giorni e anche le ore.

Quattrocentottanta miliardi

di battiti mi bastano. Messi insieme

fanno un gran rumore, un rumore

infernale e nessuno se ne accorge.

*

da Il destino figurato 

Patrizia Cavalli, Datura – Giulio Einaudi Editore