due poesie di Romeo Raja

Vladimir-Pajevic-

 

Dentro un giardino

_____________________________________________________

E non ci rimane che la follia
la follia di credere di non essere
qui
altrove
comunque
se non dentro le nostre parole
in un mondo che crede
la follia tutto quello che è fuori

______________________________________________________

 

 

* * *

 

 

misericordio.

_______________________________________________________

C’è uno sguardo dove finisco i respiri

che respira

riassunto di mille parole

che ora non ne ha una

le lascia dire a te

rovistando fra quelle che sai

per non pronunciare quelle che devi.

_________________________________________________________

 

 

(Romeo Raja)

 

* * *

[nota: le due poesie si riferiscono al marzo 2009, la prima, e al settembre 2013, la seconda, e sono state volutamente riportate tal quali come compaiono tra le note scritte dallo stesso autore sul profilo di un social network]

per il primo compleanno de Il sasso nello stagno (versi di Romeo Raja)

scambio, elaborazione fotografica di AnGre

_________________________________

Guarda vedi, questo è il destino

una liturgia che non puoi conoscere

tuoi solo i passi che hai fatto

le cose che hai detto

di un attimo solo, questo, quello che sei.

Sai, sono pochi i binari che sanno

partenze e arrivi si mischiano

nei ricordi spesso solo le stazioni rimangono

l’umanità è un luogo che contiene.

__________________________________

*

[Mi siedo qui di Romeo Raja;

immagine: “Scambio” – elaborazione grafica di AnGre]