INSIDE THE STONE pagina ottava

Inside the stone 8, pagina ottava

Questa ottava pagina di Inside the stone, le microantologie realizzate con i contributi degli amici che seguono il blog, presenta i versi di tre autori di casa qui su Il sasso nello stagno, accompagnati dalle opere dell’artista italiano Mario Schifano.

Una poesia, quella che arricchisce questa pagina, che parla di sentimenti come nella migliore tradizione poetica, ma che – mi piace sottolineare –  soprattutto racconta il mondo interiore di questi poeti, attraverso uno sguardo, che forse ci lascia stupiti del fatto che siano tutti uomini (e soltanto Uomini) a scrivere, parlando attraverso il sé, agli altri, come la vera Poesia deve saper fare.

Buona lettura, quindi, sempre fermi nel principio che questo mondo potrà essere salvato solo dalla Bellezza.

(AnGre)

*

Mario Schifano - Futurismo rivisitato a colori, 1965
Mario Schifano – Futurismo rivisitato a colori, 1965

.

Bagno notturno.

di Franco Floris

 

Nubi

scorci di luna

brezza leggera

le onde scompiglia

arruffa in riva

la bianca schiuma

notte

serena

scintillio delle onde

il mare si richiude

sul mio corpo

che freme dolcemente

alla carezza.

Dolce l’unione

con l’universo tutto

sono in pace.

Mario Schifano - Beebe's Garden Summer Morning, 1964
Mario Schifano – Beebe’s Garden Summer Morning, 1964

 .

Davanti ad una giovane donna dormiente svestita amorevolmente.

(Augusto Salati)

Tu mi fai morire dolce creatura. Dormi e non sai che chi ti guarda non sa trattenere lunghi sospiri di desiderio, non basta quel che vedo, è l’anima che vola con la fantasia accostandomi alla tua carne maliziosa precipitandomi nel caldo uso dell’estasi.

opera di Mario Schifano
opera di Mario Schifano

.

un azzurro rimane

di Cataldo A.Amoruso

 

un azzurro rimane

anche quando ti allontani

e passa tra le tue dita

come fanno le parole amiche

che s’aprono e dicono

dei cieli che verranno

 

vanno, parole e nubi

traversando i sogni

quelli che le tue mani

bianche

rilasciano sulle febbri

e ansante

sono al tuo seno

come uno stelo

nell’aria di un bicchiere

 

sei tutti i domani

e tutto il tempo

sei la pioggia a filo

e i rami che risalgono al cielo

sei le mie braccia

sono le tue mani.

 opera11

.

Il momento.

di Franco Floris

 

Dolce il tepore delle coltri

Dolce il silenzio pieno di sussurri

Resto immobile

Si avvicina

Il momento di te.

Mario Schifano - Tableau peint pour raconter l'inquiétude amoureuse de Susi, 1970
Mario Schifano – Tableau peint pour raconter l’inquiétude amoureuse de Susi, 1970

.

Segno del nostro tempo

di Augusto Salati

 

Forme incompiute itineranti

scuotono il mio essere

come le ceneri dei rapporti

serpeggianti e insonori

delle genti che diverse campane

suonano come fossero d’acqua

e nessuno più è certo

di cosa parte e cosa arriva

dalle stazioni del pensiero…

Il fiume di parole sbrigative

restano sospese dall’inanità

spezzate o incompiute

dalla velocità della materia

che illude la precisione

Dell’orologio di chiarezza.

Troppa comunicazione

intacca l’unghia della percezione

e la lingua è secca di verità

che trabocca in disadorna follia.

Ho imparato a chiudere

Le certezze nella serra del sole

E le confuse ipocondrie

Nelle terre insulari remote.

Mario Schifano - O sole mio, 1963
Mario Schifano – O sole mio, 1963

.

Sei dove batte il cuore fondo degli ulivi

di Cataldo A.Amoruso

 

Sei dove batte il cuore fondo degli ulivi

Dove scoscende a mare una ripa assidua di parole

Lì sono a stormire le onde

in un fragore rampicante

di appigli e di maree

e schiere

ricurve di viandanti

questuanti sogno

ripongono fatiche

ai bordi delle strade

la terra si fa rovo di silenzi aguzzi

e appunta segni anòdini

a ricordare azzurre marce

e interminate di avvicinamento

 

è passato un secolo qui a lato

e nulla muta

se ti cerco

tra le rovine di un calvario antico

sono felici le insoddisfazioni

ed è qualcosa da vivere, trovarti

col tuo cuore d’ulivo, netto

dove più forte batte di terra

un cuore che ti sapevo

quello che precede i giorni.

 

*  *   *

 Tutte le immagini delle opere di Mario Schifano sono tratte dal sito ufficiale http://www.marioschifano.it/opere.php, dove si possono anche leggere notizie sulla vita e sul lavoro dell’artista.

*   *   *

Annunci

3 thoughts on “INSIDE THE STONE pagina ottava

  1. La meraviglia è incontrare persone che credono anche in piccoli progetti come questi. Perché anche la più grande delle costruzioni è sempre fatta di piccoli pezzi, i mattoni. Solo così si potranno cambiare le cose, con la voglia e la perseveranza di esserci con i piccoli gesti.

    Stamattina ero avvilita dall’indifferenza dilagante, contorno di un mucchio di parole a vanvera e assenza totale di gesti concreti, persone che si stanno abituando a lamentarsi senza muovere un’unghia per cambiare la situazione…poi ho letto questi versi. E il sole è tornato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...