Gérard Blua, selezione di poesie

Versi tratti da Gérard Blua, In corso d’opera. Memoria poetica (Libroitaliano World, Ragusa 2006, trad. di Bruno Rombi)

*

Il poeta maledetto
si recò
presso il Mercante di Notorietà
che gli offrì
una pistola
e due pallottole
una per abituarsi al rumore
l’altra
alla sua notte.

*

Smembrare la propria solitudine
a colpi di disperazione
Dissodare i propri abbandoni
nei roghi suicidi
Amputare l’isolamento
Evirare il silenzio
E nell’intimo del vivere
nel colore meravigliato
carezzare i tratti puri
d’un morto fragile
ancora da nascere

    *

Da quale cova gettata
nel vuoto galattico
polvere nel flusso
di polvere smarrita
azzardo premeditato
che nega tutti gli azzardi
morente infinitamente
ai cicli della vita
ci venne un giorno l’idea
dell’omicidio?

    *

Tuttavia
conservare una traccia del grido
della morsicatura
un passaggio della morsa

Ma d’un volto
non resta per sempre
che la sua invocazione
contro l’oblio.

    *

Ma cogliere le aurore
e fondere i loro baci
ai loro colori sprizzati
e poi racimolarli
con le unghie e i denti
non è affatto
infamia sublime
chiamata dai vostri petti
il diritto possibile?

    *

E il seme dimenticato
dai flutti gorgoglianti
tutto tiepido di schiuma
ancora
si gonfia a loro insaputa
della pioggia nutritiva
d’un sole diffuso
che germoglierà senza fine
nel ventre di un cadavere.

    *

E pertanto l’Uomo
atrofizzato da appetiti e carestie
di viscere contraddittorie
estende i suoi desideri
e bacia
le stelle
con una bocca mobile
ignorante
dei piedi
che scavano nella roccia
un passato più profondo
ancora
che il profondo passato.

.

Gérard Blua è nato a Marsiglia nel 1945. Formazione: filosofia, lettere antiche e psicologia. La sua carriera letteraria comincia negli anni 70. Come editore, nel 1982 ha fondato Le Temps parallèle; nel 1990 Le colletif d’auteurs francophones e il gruppo editoriale Autres Temps, di cui è tutt’ora direttore generale (nel suo catalogo: Guillevic, Tahar Ben Jelloun, Michel Butor, Tristan Cabral, Jacques Gaucheron, Norge); nel 1998 la rivista poetica e letteraria Autre Sud; nel 2002, il trimestrale di cultura e tempo libero Pourtours magazine. È stato presidente dal 1993 al 1999 dell’Associazione degli Editori del Sud-Est della Francia. Ha prodotto e continua a produrre un’opera poetica varia che consta di circa quaranta libri, tra romanzi, commedie, racconti, saggistica, editoriali. Tradotto in molte lingue, ha rappresentato e rappresenta la Francia all’estero nei più importanti festival internazionali. Blua è anche polemista: memorabile il suo Pamphlet contro la riforma dell’ortografia. Le sue ultime pubblicazioni: Ivre Québec 2002, Ed. Ecrits des Forges-Canada; Mot à mot, Antologia poetica di tutta l’opera pubblicata dal 1974 al 2000, ACM éditions, 2001, collection Les Poètes du 21ème siècle. Da circa trent’anni organizza e presenta eventi che sono un punto di riferimento importante nella cultura francese e internazionale. Nel 1985 ha ricevuto il Prix de l’Académie de Marseille per l’insieme della sua opera.

[a cura di Viviane Ciampi per Fili d’aquilone n.4 del 2006, che si ringrazia]

2 pensieri su “Gérard Blua, selezione di poesie

    1. Anche a me ha colpito particolarmente e devo aggiungere che Fili d’aquilone è una rivista-sito molto generosa e professionale, dove spesso leggo sì versi, ma anche approfondimenti degni di nota.
      Grazie, Flavio, per l’attenzione!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.